zona-franca-sardegna-logo

Appello al Presidente Cappellacci per modificare la L.R. n.20 del 2 agosto 2013

  • Domenica, 01 Settembre 2013 19:00
|  
(0 Voti)

sardegna-del-futuroDall'incontro avvenuto ieri presso l'Aula Consiliare del Comune di Dorgali, nel quale la dottoressa Randaccio e l'avvocato Scifo, reduci da un incontro con il governatore Cappellacci, hanno spiegato la situazione attuale dopo l'emanazione della L.R. n.20 del 2 agosto 2013 (definita da Scifo come il "Tranello ferragostiano"), è emersa l'urgente necessità di portare i sindaci che hanno già deliberato a favore della zona franca nel proprio territorio ad inviare una lettera alla Regione nella quale chiedono di aderire alla Sardinia Free Zone. Questa lettera dovrà essere recapitata entro massimo 15 giorni da ora, in modo da avere un discreto margine di intervento in caso qualcosa non andasse bene. Ci stupiamo ed ancora una volta non riusciamo a capacitarci del fatto che in Sardegna e in Italia i nostri politici non abbiano ancora compreso l'importanza strategica delle zone franche nel mondo, dal momento che dobbiamo competere con un sistema ormai globalizzato e poco incline ad ulteriori concessioni di benefici. In questa ottica, non potendo per motivi di tempo dichiarare l'incostituzionalità della sopracitata legge regionale (che ricordiamo contrasta una legge costituzionale), ci appelliamo al nostro Presidente Cappellacci affinché apporti le modifiche necessarie in modo da introdurre all'interno del testo della legge la possibilità dei vari comuni che hanno deliberato di entrare a far parte della free zone. Questo è un atto dovuto al Popolo Sardo sia dal Presidente Cappellacci che dai sindaci che hanno scelto di dichiarare il proprio territorio "zona franca integrale", un atto che renderà la Sardegna la zona franca dell'Italia e che risolleverà l'economia nazionale. È necessario pungolare la coscienza addormentata dei politici isolani per rammentare loro che questo è l'unico strumento di politica economica per salvare il futuro dei giovani e dei meno giovani, delle imprese, dei coltivatori, degli operai, delle casalinghe....di tutti noi! Contiamo che Cappellacci mantenga la parola data, e non in virtù di una futura candidatura per la stessa carica che ricopre oggi, ma nel rispetto di un tacito patto firmato quattro anni fà in cui veniva dichiarato Presidente di tutti i Sardi.  

(Luciana Carta)

 

 

 

 

 

Letto 3268 volte Ultima modifica il Domenica, 01 Settembre 2013 19:02

Questo sito utilizza cookie tecnici per la navigazione. Non vengono raccolte informazioni personali.

Se continui la navigazione, accetti l'utilizzo di questi cookie. Per saperne di piu'

Approvo

ultimi EVENTI

Nessun evento

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità.

Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.

ImpronteDigitali Graphics & WebDesign