zona-franca-sardegna-logo

Giallo al Consiglio Regionale: chi ha inserito l'art.8 all'ordine del giorno?

  • Martedì, 29 Ottobre 2013 18:14
|  
(0 Voti)
Pubblicato in News Sardegna  

lapide-popolo-sardoCagliari, 29 ottobre 2013 ore 17.30. Dopo alcune ore di attesa, intorno alle ore 12.00 è iniziata la seduta del Consiglio Regionale con all'ordine del giorno la discussione sulla modifica dell'art.8 (fiscalità di vantaggio) e dell'art.12 (zona franca integrale) dello Statuto Sardo. In aula non era presente il Presidente Cappellacci perché a Roma per firmare sulle "Bonifiche La Maddalena". L'inserimento inaspettato dell'art.8 nell'ordine del giorno ha suscitato non poche polemiche da parte di alcuni esponenti della Giunta, in quanto - a detta della Randaccio e Scifo - avrebbe sicuramente procurato una solenne bocciatura (se presentato insieme a quella dell'art.12) da parte del Parlamento Italiano. Come ci si aspettava, sia l'on.Diana che l'on.Maninchedda, seguito poi anche dall'ex presidente della Regione Soru, hanno evidenziato le proprie faziosità nei confronti della Giunta ed - in particolare - l'on.Diana ha richiesto la sospensione della riunione per l'assenza ingiustificata del Governatore. L'atteggiamento ostile del Partito Democratico, il quale non ha vergognosamente neanche citato l'importanza di tutti i Movimenti pro zona franca nell'iter intrapreso da oltre un anno a questa parte, ha posto nuovamente l'accento sulla mancanza di un piano economico per compensare il bilancio regionale durante il regime di zona franca e la propria non contrarietà alla politica di agevolazioni fiscali, puntando però il dito sulle azioni di Cappellacci che, a detta loro, hanno solo portato ad accrescere illusioni e ad una situazione disastrosa nell'economia sarda. 

La riunione è stata sospesa alle ore 13.00 per riprendere poi alle ore 17.30 e nuovamente sospesa per alcune scaramucce in aula. A quel punto l'Assessore Alessandra Zedda - allertata dai due rappresentanti del Coordinamento Randaccio-Scifo, dal nostro gruppo Comunicazione e da alcuni coordinatori provinciali ha chiesto l'inversione dell'ordine del giorno in modo da far slittare la discussione al prossimo appuntamento. 

Nel frattempo nel backstage dell'aula consiliare i Capigruppo hanno accettato di incontrare il Coordinamento prima della prossima riunione del Consiglio Regionale, che avverrà presumibilmente martedì prossimo, per cercare di portare avanti solo la votazione per la modifica dell'art.12 che ci darebbe un'altra chance per essere inserita nella Legge di Stabilità in via di definizione alle Camere.

Web Team

 

 

 

 

Letto 4720 volte Ultima modifica il Martedì, 29 Ottobre 2013 18:20

Written By:

Ufficio Stampa

Questo sito utilizza cookie tecnici per la navigazione. Non vengono raccolte informazioni personali.

Se continui la navigazione, accetti l'utilizzo di questi cookie. Per saperne di piu'

Approvo

ultimi EVENTI

Nessun evento

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità.

Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.

ImpronteDigitali Graphics & WebDesign

 

Potresti leggere anche questi!