zona-franca-sardegna-logo

Scifo risponde a Pigliaru. La zona franca si paga da sola.

  • Sabato, 08 Febbraio 2014 17:14
|  
(3 Voti)
Pubblicato in News Sardegna  
|   Etichettato sotto   

Ancora una volta il Centro Sinistra e Pigliaru si esprimono contro l'applicazione della zona franca come strumento economico per la salvezza dell'economia della Sardegna, mettendo in evidenza non solo la completa disinformazione e ignoranza nell'argomento, ma anche nei confronti dei propri elettori.

Pigliaru dice "...Cappellacci ha parlato di zona Franca, ma noi abbiamo una lettera della presidente Boldrini che gli ha risposto e gli ha chiesto con quali soldi ha intenzione di fare la zona franca, con quelli della sanità o dell'istruzione forse?".

 

L'avvocato Scifo risponde "Sono senza parole. Ancora non hanno capito che la zona franca si paga da sola e per vincere si affidano alla Presidente Boldrini che mette il bavaglio alla democrazia.... Complimenti al PD!

La sanità e l'istruzione la pagherà la zona franca attirando investimenti e accelerando un progetto di sviluppo, non certo il disastro economico e democratico che loro hanno creato e che vogliono aggravare.

Ricordo al professor Pigliaru che oggi l'incasso dell'IVA che va alla Sardegna si determina sulla base dei consumi regionali delle famiglie rilevati annualmente dall'ISTAT (art.8 statuto Sardegna): come pensano di aumentare i consumi il dott.Pigliaru e gli altri senza zona franca?"

Il PD dice che la ripresa è arrivata. Noi rispondiamo che: o la Sardegna è troppo lontana dall'Italia per accorgersene o magari questi signori non sanno guardare oltre il proprio portafoglio.

Letto 5207 volte Ultima modifica il Domenica, 16 Febbraio 2014 02:03

Written By:

Ufficio Stampa

Questo sito utilizza cookie tecnici per la navigazione. Non vengono raccolte informazioni personali.

Se continui la navigazione, accetti l'utilizzo di questi cookie. Per saperne di piu'

Approvo

ultimi EVENTI

Nessun evento

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità.

Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.

ImpronteDigitali Graphics & WebDesign

 

Potresti leggere anche questi!