zona-franca-sardegna-logo

 

Al giorno dopo della Manifestazione per la Zona Franca il Movimento e il suo Direttivo possono ritenersi soddisfatti per la folta partecipazione di zonafranchisti e rappresentanti di varie sezioni indipedentiste ed autonomiste che hanno risposto all'appello lanciato via internet dalla dott.ssa Maria Rosaria Randaccio e dai suoi collaboratori. Oltre 400 persone infatti hanno gremito la Sala Conferenze del QT Hotel di Quartu S.Elena, ansiosi di conoscere le ultime novità sulle azioni legali intraprese dal Movimento Sardegna Zona Franca e di firmare la denuncia destinata ai principali enti internazionali per i diritti dell'uomo, Organizzazione delle Nazioni Unite in primis.

Presentata dall'attivista ogliastrino Danilo Aversano, la Manifestazione per la zona franca ha visto gli interventi della dott.ssa Maria Rosaria Randaccio, dell'avv.Francesco Scifo, dell'Avv.Paolo Aureli, dell'Avv. Maria Teresa Diana, del dott. Gianni Andrea Deligia, e del dott. Alessandro Zorco.

Durante la Manifestazione sono stati distribuiti dei fogli contenenti un excursus giuridico (in allegato) che sintetizza ciò da cui deriva il diritto alla zona franca extradoganale spettante alla Sardegna e nei quali si fa riferimento alla nuova data in cui l'Italia e la stessa Sardegna potrebbero perdere tale diritto, il 1 Giugno del 2016, data in cui lo Stato Italiano sarà privato dei poteri in base ai quali gli Stati membri possono istituire liberamente le proprie Zone Franche su tutto il territorio nazionale, come è accaduto in Sardegna grazie al D.lgs. n.75/98 che ha istituito la Zona franca su tutto il territorio della Sardegna.

Nei prossimi giorni il Movimento lancerà una campagna di sensibilizzazione per tutte le categorie impreditoriali dell'isola affinché si attivino e spingano altri ad attivarsi per l'emissione di fatture con Iva non imponibile a partire da gennaio 2016.

 

Pubblicato in News Sardegna

 

Lunedi 24 giugno 2013, in concomitanza con l'iniziativa di Roma, alla quale il Movimento zona franca partecipa numeroso e determinato, si terrà una manifestazione di appoggio anche in Sardegna. Le comunicazioni e le autorizzazioni sono state formalizzate dal gruppo di Oristano presso la varie autorità competenti. 

Tempi e modalità sono state messe a punto e sono le seguenti:

Ore 09.00 raduno a S. Cristina di Paulilatino.
Ore 09.30 partenza in corteo di autovetture con la collaborazione delle forze di polizia lungo la SS 131 verso il Porto Industriale S.Giusta-Cirras.
Ore 10.30 arrivo nel piazzale antistante, sit-in e consegna documento a Dogane, Capitaneria di Porto e Consorzio Industriale.
Ore 11.00 partenza per piazzale antistante la Prefettura di Oristano. 

Ore 11.30 conferenza stampa ed audizione con consegna documento in Prefettura ed all'Amministrazione Provinciale.

Ore 12.30 riflessione comune sulla giornata e decisioni in rapporto ai risultati dell'incontro di Roma con il governo nazionale.....PREVISTE COMUNICAZIONI IMPORTANTI.....
Ore 13.00 fine manifestazione 

Pubblicato in News Sardegna

Questo sito utilizza cookie tecnici per la navigazione. Non vengono raccolte informazioni personali.

Se continui la navigazione, accetti l'utilizzo di questi cookie. Per saperne di piu'

Approvo

ultimi EVENTI

Nessun evento

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza nessuna periodicità.

Pertanto, non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n. 62 del 7.03.2001.

ImpronteDigitali Graphics & WebDesign